EDITORIALE

Il fattore g dei pro e dei contro all’immigrazione

di Giuseppe Terranova

C’è il fattore g dietro lo scontro che in mezzo Occidente divide l’esercito dei pro da quello dei contro la globalizzazione e l’immigrazione. La g di geografia aiuta, infatti, moltissimo a decifrare le dinamiche che spingono un crescente numero di nuove leve a schierarsi da una parte o dall’altra della barricata. Dall’analisi dei flussi elettorali in Europa come Oltreoceano emerge con tutta evidenza che i super globalisti pro-immigrazione vivono nel cuore delle megalopoli occidentali. Mentre i loro oppositori abitano, come ... (Continua a leggere)

Segui tutti gli aggiornamenti via Email:

Chiarito il giallo dell’accordo USA-Messico sull’immigrazione

Il Washington Post dopo il Watergate si distingue ancora una volta nel watchdog journalism. Infatti grazie a Jabin Botsford che, ...

Il modello zoppo dell’immigrazione italiana

Sull’immigrazione l’Italia presenta una seria, serissima anomalia. Perché, a differenza di quanto avviene in molti altri grandi paesi, da noi ...

La sinistra danese ripensa l’immigrazione e avanza

In Danimarca dove sono in corso le elezioni per il nuovo Parlamento secondo i primi exit pool i risultati potrebbero ...