EDITORIALE

L’immigrazione, una mina per il governo Draghi

di Guido Bolaffi

E’ noto che i governi di coalizione sostenuti da partiti culturalmente e politicamente tra loro molto diversi nascono sulla base di un temporaneo, reciproco obbligo di convenienza. Che il più delle volte, però, nasconde un non detto tra i suoi contraenti. Che nel caso del nuovo Esecutivo guidato da Mario Draghi riguarda l’immigrazione. Un’ omissione tanto più seria perché obbligata. Visto che l’immigrazione avrebbe rappresentato per questi partiti, dopo anni di aspre e mai sopite contrapposizioni, uno scoglio insormontabile alla loro comune  partecipazione ad un ... (Continua a leggere)

Segui tutti gli aggiornamenti via Email:

Biden sul filo dell’immigrazione

L’immigrazione rischia di rovinare a Biden la luna di miele alla Casa Bianca. Viste anche le reazioni non proprio entusiaste ...

Sull’immigrazione Biden fa i conti con i falchi di destra e di sinistra

Delle tre grandi sfide che decideranno l’esito dei primi 100 giorni della presidenza Biden quella sull’immigrazione è certamente la più ...

Sull’asilo più si ritarda la riforma di Ginevra più cresce il caos

Dagli USA all’UE cresce la domanda d’asilo, ma le Cancelliere non riescono a dare risposte. Nessun governo occidentale sembra, infatti, ...