EDITORIALE

Dopo Trump l’immigrazione Usa non sarà più la stessa

di Guido Bolaffi

Che Donald Trump sia difficile da gestire politicamente lo hanno ormai capito, a proprie spese, sia amici che nemici. Non c’è dubbio però che, al di là dell’ indubbio cattivo carattere, ci deve essere dell’altro nella sua mente che lo spinge, ostinatamente, a “mettersi di traverso” ad ogni sia pur minima, possibile intesa tra repubblicani e democratici sull’esplosivo dossier dell’immigrazione. Mentre il calendario continua, inesorabile, a correre verso il 6 Marzo prossimo. Quando, a causa della cancellazione da lui voluta ... (Continua a leggere)

Segui tutti gli aggiornamenti via Email:

Il Giappone chiude anche ai richiedenti asilo

Il Giappone una nazione-fortino che chiude le sue frontiere non solo agli immigrati ma anche ai rifugiati. Tanto è vero ...

Ikea & Co contrari al giro di vite anti-immigrati

Dal braccio di ferro in atto sull’immigrazione tra imprenditori e governo svedese, anche l’Italia può trarre qualche insegnamento. Nel weekend ...

Frontex: meglio i numeri delle chiacchiere

Sul fronte degli sbarchi la situazione in Italia è migliorata, ma non risolta. Così il direttore di Frontex, Fabrice Leggeri, ...