EDITORIALE

Se la cittadinanza è un colpo di spugna del passato

di Guido Bolaffi

Nelle moderne democrazie la concessione della cittadinanza agli immigrati è l’atto con cui i paesi di accoglienza ne formalizzano il passaggio dallo status di stranieri a quello di nuovi cittadini. Riconoscendo loro l’ingresso a pieno titolo nella comunità politica nazionale. Con evidenti, positive conseguenze per chi arriva e per chi accoglie. Al punto che in alcuni paesi, come ad esempio gli Stati Uniti, il Canada o l’Australia, esso viene ritualmente suggellato nel corso di apposite cerimonie pubbliche nelle scuole con ... (Continua a leggere)

Segui tutti gli aggiornamenti via Email:

Aiutiamoli a casa loro è solo uno slogan

Non è vero che con l’aiuto allo sviluppo si frena l’immigrazione. Almeno nel breve, medio periodo. Un’affermazione che, forse, coglierà ...

La nuova politica UE sull’immigrazione tranquillizza ma non troppo

Anche se rappresenta un passo avanti, l’accordo sull’immigrazione, che Finlandia, Francia, Germania, Italia, Malta (forse anche Portogallo e Spagna) proveranno ...

La diversità rende forte l’economia USA

L’America di Trump non finisce mai di stupire. E stavolta la sorpresa arriva dal mercato del lavoro che fa registrare ...