EDITORIALE

Serpeggia il malcontento tra gli uomini dell’Immigration USA

di Grazia De Vincenzis

Non è ancora una rivolta, ma poco ci manca. Di giorno in giorno, infatti, negli USA si fa sempre più forte il malessere e lo scontento tra funzionari federali incaricati della gestione delle domande di asilo. La causa? Il programma “Remain in Mexico” in base al quale gli immigrati centroamericani debbono essere “rispediti” oltre confine in attesa che i giudici statunitensi decidano in merito alle loro richieste. Il primo ad uscire allo scoperto è stato nei giorni scorsi Doug Stephens, ... (Continua a leggere)

Segui tutti gli aggiornamenti via Email:

Convenzione di Dublino: forse ci siamo

In Europa sull’immigrazione si comincia, forse, a ragionare. Secondo indiscrezioni di stampa, infatti, una innovativa proposta di riforma della Convenzione ...

Dall’Indiana alla Casa Bianca

Manca ormai meno di un anno a martedì 5 novembre 2020. Giorno in cui gli americani saranno chiamati a decidere ...

L’isola della vergogna europea

Il campo profughi di Moria è il fallimento morale dell’Europa. In questo centro di accoglienza situato sull’isola greca di Lesbo, ...