AAA cercasi immigrati per l’esercito

In Germania le forze armate potrebbero presto aprire i propri ranghi anche ai non tedeschi. La proposta, che rappresenterebbe una novità assoluta nello scenario del Vecchio Continente, è stata fatta nel libro bianco dedicato dal Ministero della Difesa [1] alla riorganizzazione delle strutture militari. Il documento, pur non entrando nei dettagli, riconosce, infatti, l'improcastinabile necessità di consentire l'arruolamento di tutti i residenti sul territorio patrio, a prescindere dalla loro nazionalità. Secondo il portavoce del Ministero, Steffen Moritz, questo provvedimento potrebbe interessare non solo i giovani di altri paesi dell'Unione, ma anche quelli provenienti da un limitato gruppo di paesi terzi, ancora da definire. La verità è che, dopo la recente abolizione della leva obbligatoria, Berlino ha deciso di puntare, anche a fronte dei crescenti impegni nello scacchiere internazionale, su una più elevata professionalizzazione delle sue truppe, “immigrati qualificati” compresi.