Anche tra quelli dell’Est i più sgobbano dalla mattina alla sera

Sempre presenti, puntuali, produttivi e ligi al dovere. Non sono i lavoratori tedeschi, ma gli idraulici e i muratori polacchi e rumeni occupati nel Regno Unito. A tracciarne l’identikit, per molti sorprendente, è un recente studio dell’Università di Bath sui comportamenti nei luoghi di lavoro degli immigrati europei residenti sul territorio di Sua Maestà. Dall’indagine, è emerso ad esempio, che quelli provenienti dall’Europa dell’Est cercano di farsi notare il più possibile dal capo, impegnandosi moltissimo con un tasso di assenteismo tre volte inferiore a quello registrato tra gli autoctoni. Un atteggiamento che secondo gli esperti inglesi può essere spiegato con tre motivazioni. La prima: compensare con la massima disponibilità la pessima conoscenza della lingua inglese. La seconda: dimostrare al boss di essere competenti e professionali anche se in possesso di CV striminziti e poco autorevoli. La terza: ripagare in qualche modo l’azienda per il salario ricevuto, molto più alto della media percepita in Polonia e Romania.

Iscriviti alla newsletter: