Chiarimenti per gli stranieri che studiano in Italia

Gli universitari stranieri titolari di un regolare permesso di soggiorno, che per motivi di studio si trasferiscono temporaneamente in un altro ateneo dell’Ue, possono fare reingresso in Italia anche dopo la scadenza del loro visto. E’ quanto chiarisce una circolare del Ministero dell’interno in attuazione della direttiva 2004/114/CE [1] che incentiva la mobilità intracomunitaria dei giovani che vanno all’estero per integrare il percorso di studi iniziato in Italia. A questo scopo è necessario presentare la seguente documentazione: una certificazione delle autorità accademiche italiane che dimostra che la frequenza fuori dai confini nazionali faceva già parte del corso di studio iniziale; una copia del permesso di soggiorno rilasciato dal Paese ospitante; un attestato dell’ateneo straniero che provi la regolare partecipazione ai corsi accademici del programma di studi.