Contromossa allo strozzinaggio sulle rimesse

Con le rimesse, aumentano anche le commissioni delle agenzie che trasferiscono i soldi degli immigrati verso i paesi d’origine. Di qui ecco la nascita della piattaforma gratuita ed accessibile online TawiPay. Che cataloga gli importi riscossi da 2.200 money transfer privati a livello internazionale. Con l’obiettivo di accertare e confrontare le tariffe praticate e permettere di scegliere quelle più vantaggiose. L’iniziativa parte non a caso dalla Svizzera. Che, con una media di £ 11.000 per immigrato, si colloca al primo posto della graduatoria mondiale per somme di denaro trasferite all’estero. Una novità di certo utile a contrastare il "caro-rimesse". Rilevato da ultimo dalla Banca Mondiale. In base alla quale a livello globale, nel terzo trimestre del 2013, le commissioni equivalevano a circa l’8,93% dell'importo totale inviato dagli stranieri. Dato ben lontano dal target del 5% concordato, per il 2014, dagli stati del G20. Obiettivo a dir poco irraggiungibile. Vista non solo la mancanza di trasparenza dei costi (tassi di cambio e commissioni) di banche locali e società quali Western Union e MoneyGram. Ma anche l’assenza di normative nazionali in grado di tutelare coloro che trasferiscono risparmi in madrepatria.

 

In allegato:
  • The World Bank, An analysis of trends in the average total cost of migrant remittance services, 2013
  • Iscriviti alla newsletter: