Da immigrato a danese il passo è breve

Dal prossimo 15 giugno sarà più semplice ottenere la cittadinanza danese. Il Governo di Copenaghen ha infatti approvato una nuova legge che semplifica le procedure per la concessione dello status civitatis agli immigrati. Con l’obiettivo, come ha dichiarato il Ministro della Giustizia, di favorire una loro maggiore integrazione nel paese. Sono in particolare 5 le principali novità: 1. L’esame di lingua danese sarà di gran lunga più semplice di quello in vigore fino ad oggi. 2 Un test sull’attualità e la politica danese sostituirà quello sulla storia nazionale. Rivelatosi complicatissimo persino per gli stessi autoctoni. Il 20% dei quali ha ammesso che non sarebbe stato in grado di superarlo. 3. Sarà sufficiente dimostrare di potersi mantenere economicamente per due anni e mezzo. Contro gli attuali cinque. 4. Saranno ridotti anche i requisiti minimi temporali di residenza continuativa sul suolo nazionale, sia pur a seconda della tipologia di immigrati. 5. Otterranno la cittadinanza i bambini apolidi nati nei confini dello Stato e quelli nati da coppie miste anche se non sposate. Da notare infine che al vaglio dell'esecutivo vi è anche l'ipotesi di riconoscere la doppia cittadinanza, fino ad oggi evitata.

In allegato:
  • Justits Ministeriet, AFTALE OM INDFØDSRET, 2013
  • Iscriviti alla newsletter: