Evitare ai rifugiati LGBT la serie B

È stato appena lanciato un nuovo portale web per aiutare il numero crescente di stranieri LGBT che chiedono il riconoscimento dello status di rifugiato. Una novità che punta a sensibilizzare in particolare governi e ONG. Che attraverso questa piattaforma potranno condividere gli approcci messi in campo per proteggere i richiedenti asilo omosessuali, nonché le migliori pratiche adottate per far fronte all’aumento delle persecuzioni registrate a livello globale verso questi gruppi minoritari. Secondo l’organizzazione ORAM, responsabile del progetto, la necessità di un supporto online deriva dal fatto che negli ultimi mesi –si pensi alle leggi contro i gay approvate in Uganda– si è registrata un boom di persone costrette a lasciare la madrepatria a causa del proprio orientamento sessuale.

Iscriviti alla newsletter: