Fotoracconto di 100 prostitute in attesa del prossimo cliente

100 scatti in 5 anni per raccontare il fenomeno della prostituzione in Spagna. L’autore è Txema Salvans, un artista iberico che ha applicato la sua formazione da scienziato biologo all’arte della fotografia per studiare il mondo che lo circonda. Ha dato vita, così, al progetto “The waiting game”, che ritrae le lucciole con estremo realismo e delicatezza.

C’è una donna che aspetta seduta sotto ad un cartellone pubblicitario che recita “prezzi bassi tutto l’anno”. Un’altra che torna in bici alla sua sedia in mezzo alla strada, dopo aver soddisfatto l’ultimo cliente. Ci sono quelle che aspettano sedute su divanacci di finta pelle e quelle che preferiscono stare alzate per attirare l’attenzione. Sono tutte perfettamente integrate nell’ambiente in cui si trovano, come potrebbe esserlo un cespuglio o un segnale stradale.

Per ottenere questo risultato, Txema si è finto topografo, si è mimetizzato in quello scenario per ottenere il massimo della spontaneità. Solo con la neutralità di uno scienziato poteva cogliere tutta la malinconia, la desolazione, ma allo stesso la forza di donne che vivono ai margini della società. Solo attraverso l’estremo realismo poteva giungere a testimoniare l’esistenza di un fenomeno costantemente sotto gli occhi di tutti, brutale, eppure considerato normale.

Le prostitute ritratte da Salvans sono quelle che continuano a essere sfruttate sulle strade, annoiate e indifese in attesa del prossimo cliente, accovacciate in una stradina di campagna, o arrampicate sul guard rail di un’autostrada trafficata e senza fine.

Iscriviti alla newsletter: