Gli Usa di Trump si scoprono pro-immigrati

Nell'America di Trump la maggioranza dei cittadini è pro-immigrati. A sorpresa un sondaggio del Pew Research Center racconta infatti un altro Paese. Per il 62% degli intervistati il talento e il lavoro degli immigrati rappresentano una risorsa per gli Stati Uniti. Al contrario il 28% vede nei nuovi arrivati una minaccio perché tolgono lavoro e servizi agli autoctoni. Un quarto di secolo fa, ovvero nel 1994, la stessa indagine rivelava un sentiment opposto: 63% contrari e 31% favorevoli. Interessante notare le differenze generazionali. E infatti l’opinione che gli immigrati rappresentino un punto di forza per gli Stati Uniti è predominante tra i Millennial (75%), mentre lo è solo per il 44% della Silent Generation (i nati tra il 1928 e il 1945). Ancora più marcato il divario tra gli schieramenti politici: all'83% dei democratici si contrappone il 38% dei repubblicani.

Grazia De Vincenzis

Giornalista con 25 anni di attività nel mondo dell’informazione cartacea, digitale e radiofonica.

Iscriviti alla newsletter: