Il sistema di accoglienza greco in crisi, +280% di arrivi in un anno

L'anno scorso, la Grecia è stata tra i paesi del Mediterraneo che ha visto uno dei più alti aumenti di arrivi via mare di migranti. In tutto, circa 43.500 persone sono sbarcate sulle coste greche, un incremento del 280% rispetto al 2013. Circa il 60% provenivano dalla Siria, ma è stato registrato anche un numero considerevole di afgani, somali e eritrei. Un nuovo rapporto UNHCR evidenzia alcuni problemi cruciali del sistema di asilo greco: le difficoltà di accesso alle procedure, un enorme numero di casi arretrati senza risposta, il rischio di detenzione arbitraria, la mancanza di identificazione e di supporto per le persone con esigenze specifiche, i respingimenti oltre confine. Inoltre, è particolarmente carente la situazione alloggiativa per i richiedenti asilo. Questo è particolarmente preoccupante per le persone più vulnerabili, come i minori non accompagnati e le donne sole.