In Ue le domande d’asilo tornano quelle del 2014

L'Italia nell’Ue è il Paese che nel 2018 ha registrato il maggior calo di domande di asilo. Visto che esse sono scese a 49.200, contro le 130mila dell'anno precedente (-61%). Una flessione che, secondo i dati Eurostat [1], riguarda tutto il Vecchio Continente. Infatti nel 2018 con 508.800 richieste si è scesi a -11% rispetto al 2017. Tornando, dopo il picco del grande esodo del 2015, alla situazione fisiologica del 2014. Il dettaglio dei dati indica, però, che per alcuni Paesi la tendenza è stata opposta: Cipro (+70%), Spagna (+60%), Belgio, Olanda, Francia e Grecia (tra il 30 e 15% in più). In generale a guidare la classifica dei Paesi per numero di richieste di protezione internazionale è la Germania (161.900, il 28% del totale), seguita da Francia (110.500), Grecia (65.000), Spagna (52.700) e Italia (quinta con 49.200 pari all'8%). Se invece si considera il rapporto tra popolazione residente e numero di domande, la classifica cambia e vede in testa Cipro con 8.805 per milione di abitanti.