Italia prima in Europa per le nuove cittadinanze

Spetta all’Italia il primato europeo nella concessione della cittadinanza. Secondo l’ultimo rapporto Eurostat nel 2016 quasi 1 milione di persone è diventato cittadino di uno dei Paesi dell’Ue, in forte aumento rispetto agli anni precedenti. In valori assoluti, con 201.591 cittadinanze l’Italia è al primo posto in Europa; seguita dalla Spagna, 150.944 e dalla Gran Bretagna, 149.372. Dei 201.591 nuovi cittadini italiani, i principali Paesi di provenienza sono Albania, (18,3%), Marocco (17,5%) e Romania (6,4%).  L'Italia è quasi sempre al primo, secondo o terzo posto tra i Paesi che accolgono di più. Il nostro Paese ha concesso la cittadinanza a persone provenienti da Paesi tra cui Bangladesh (54,9% del totale in Europa), Albania (54,7%), Romania (43,6%), Ghana (40,7%), Marocco (34,8%), Tunisia (33,2%), Brasile (27%), Ecuador (21,9%) e Senegal (21,1%).

A livello europeo il gruppo più numeroso che ha ottenuto la cittadinanza proviene dal Marocco. I dati Eurostat mostrano che nel 2016, 101.300 persone hanno richiesto di abitare in Europa e l’89% ha ottenuto la cittadinanza in Francia, Italia e Spagna. Seguono gli albanesi con 67.500 richieste, di cui il 97% in Italia e Grecia. I marocchini, albanesi, indiani, pakistani, turchi e ucraini hanno rappresentato circa un terzo del numero totale di persone che hanno ottenuto la cittadinanza nell’Unione europea nel 2016.

Iscriviti alla newsletter: