Per i richiedenti asilo la Germania è un terno a lotto

Il diritto d'asilo in Germania è una roulette. Il sì o no allo status di rifugiato cambia sensibilmente da regione a regione. A denunciarlo un corposo e dettagliato studio dell’Università di Costanza sulla disomogenea distribuzione dei profughi nei 16 Länder che compongono la Federazione tedesca. I dati, che fanno riferimento agli anni 2010-2015, dimostrano, infatti, una forte discrepanza tra chi fa molto, come il land del Saar che vanta un tasso di accoglienza delle domande di protezione umanitaria del 69% e chi molto poco come Berlino e la Sassonia che si fermano rispettivamente al 24,6% e al 26,9%. Ma quali sono le ragioni che determinano se una domanda d’asilo verrà accettata o meno? Almeno tre, secondo gli autori. La prima. La nazionalità dei richiedenti asilo. Un siriano, ad esempio, avrà più chance di essere accolto rispetto a iracheni e afgani. La seconda. Il tasso di disoccupazione dello stato ospitante. Più è alto, più i rifugiati vengono respinti. La terza. Il colore politico del partito di maggioranza nel governo locale.

In allegato:
  • Universität Konstanz - Dezentraler Asylvollzug diskriminiert: Anerkennungsquoten von Flüchtlingen im bundesdeutschen Vergleich, 2010-2015, 2017
  • Iscriviti alla newsletter: