Per i tedeschi l’Islam è una minaccia

I tedeschi si sentono minacciati dall’Islam. Lo rivela una ricerca della Bertelsmann Stiftung, secondo la quale il 57% degli intervistati di religione non islamica considera i musulmani una minaccia per la Germania. Con punte del 70% in Turingia e in Sassonia, proprio dove vivono pochissimi immigrati musulmani. La paura cresce con l’avanzare dell’età, visto che il 61% degli over-54 ha dichiarato di sentirsi in pericolo, percentuale che scende al 39% fra gli under-25. Una vera ondata di islamofobia, che si rivela anche nelle altre risposte: il 61% dei tedeschi è convinto che l’Islam non abbia nulla a che fare con l’Occidente (era il 52% nel 2012), il 40% si sente ormai “straniero in patria” per colpa dei troppi musulmani e il 25% vorrebbe addirittura vietare l’ingresso in Germania ai seguaci di Maometto. Al contrario, lo stesso sondaggio condotto fra i musulmani svela che il 90% degli intervistati si sente parte integrante della Repubblica Federale e ritiene la democrazia un valore, il 50% frequenta regolarmente tanto correligiosi quanto persone di un altro credo e il 60% si dice addirittura pronto ad accettare i matrimoni omosessuali.