Storico boom di immigrati illegali in Danimarca

Migliaia di immigrati illegali vivono e lavorano in Danimarca. Nel 2013, infatti, se ne contavano ben 33mila, ovvero più del doppio rispetto al 2008. Secondo lo studio della Fondazione Rockwool, la maggior parte dei clandestini presenti nel paese provengono da Russia (7,7%), seguita da Pakistan (7,5%), Kosovo (6.3%), Filippine (5.2%), Vietnam (4%), Thailandia (3,5%). Circa l'80% delle persone senza documenti sono maschi e la loro età media è di 32 anni. Secondo gli autori della ricerca, per una nazione nota per essere ben regolamentata e organizzata, specie in termini di welfare, la massiccia presenza di illegali è una realtà imbarazzante. Dato che queste persone, che contribuiscono col loro lavoro all'economia danese, non hanno alcun diritto e protezione sociale.

In allegato:
  • Rockwool Fondens Forskningsenhed, Antallet af illegale indvandrere er steget markant de seneste år, 2014
  • Iscriviti alla newsletter: