Sull’immigrazione la cattiva stampa fa più danni dei populisti

I mass media tedeschi alimentano l’immagine dell’immigrato “brutto e cattivo”. A denunciarlo uno studio della Hochschule Macromedia, che ha analizzato centinaia di articoli e reportage prodotti dai maggiori quotidiani e canali televisivi nazionali a partire da gennaio 2017. Scoprendo che i giornalisti tendono a dipingere i rifugiati più violenti e criminali di quanto in realtà non lo siano. Intendiamoci, è vero che dal 2014 con l’arrivo dei migranti è aumentato Oltrereno anche il tasso di criminalità ma non nelle proporzioni rese dai professionisti della comunicazione. Che a danno dei nuovi arrivati, celano al grande pubblico un altro dato, cioè quello dell’aumento degli immigrati vittime di aggressioni fisiche e verbali. Un mismatch tra realtà e percezione che, secondo gli autori della ricerca, contribuisce ad aumentare il sentimento di xenofobia.

Iscriviti alla newsletter: