Viaggio alla scoperta dei campi Rom d’Italia

I campi nomadi, in Italia, si concentrano principalmente nelle regioni del nord-ovest e del centro. Per oltre il 72%, in queste 5: Lombardia, Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte e Toscana, dove in totale vivono 29.435 persone. In particolare negli insediamenti Rom, Sinti e Caminanti di Roma si registrano 6.559 presenze. Mentre a Napoli 2.590 e a Torino 2.279. Ad accomunare tutte queste aree del Paese le precarie condizioni di vita: il 25,9% non dispone di acqua corrente, il 31,3% di servizi igienici, il 48,3% di fognature, il 28,5% di energia elettrica e il 33,5% di raccolta di rifiuti. Inoltre, mancano collegamenti con mezzi pubblici (nel 44,4% dei casi), infrastrutture (81,8%) e strade asfaltate (28%). I dati sono stati diffusi in occasione del convegno scientifico sul tema organizzato da Istat, Unar e Anci. Durante il quale è stata anche presentata la prima indagine nazionale di censimento degli accampamenti autorizzati e spontanei presenti nella nostra Penisola.

In allegato:
  • Istat, Unar & Anci - GLI STRUMENTI DI CONOSCENZA E LE SFIDE DELL’INFORMAZIONE STATISTICA PER LA STRATEGIA D’INCLUSIONE DI ROM, SINTI E CAMINANTI 2012-2020 – Roma, 6 febbraio 2017 (Programma)
  • Anci-Cittalia - GLI INSEDIAMENTI ROM, SINTI E CAMINANTI IN ITALIA, 2016
  • Istat - Fonti di dati sulla popolazione Rom, Sinti e Caminanti. Un'indagine pilota in quattro comuni italiani, 2017
  • Iscriviti alla newsletter: